Andar per vivai: da Roma a Latina (Lazio/2)

Dopo il primo itineraio fra i vivai laziali (Andar per vivai, Lazio/1), che dal Lago di Bolsena raggiunge Tivoli, passando da Viterbo e Rieti, ecco il secondo, che dai dintorni di Roma si snoda fino a Latina. Lungo il percorso, oltre alle ville storiche, ai grandi giardini, ai parchi e alle riserve naturali, ai borghi e ai paesaggi suggestivi, incontrete quelle piante tanto particolari che sono tillandsie, poi innumerevoli bulbose, fascinose rose antiche e moderne, piante mediterranee, sudafricane e australiane dalle fattezze insolite, pelargoni e acquatiche. Percorrendolo al contrario, potete collegarvi al primo itienario, e proseguire per il vivaio Il Fiore all’Occhiello  , a Palombara Sabina (RM), distante 46 chilometri.

I vivai

Nella mappa sono indicati i vivai dell’itinerario proposto. Per ogni vivaio, inseriamo le distanze dagli altri, in modo da facilitarvi la scelta di quali visitare e in quale ordine.

 

Tillandsia oaxacana, vivaio Le Figlie del Vento

 

Le Figlie del Vento, a Roma: vivaio specializzato dal 1990 nella produzione e importazione di Bromeliacee appartenenti al genere Tillandsia, con una collezione che sia specie adatte alla coltivazione all’aperto nei nostri climi, sia esemplari rari. Le piante non vengono forzate bensì lasciate libere di  svilupparsi in modo naturale, scelta che ne aumenta la rusticità e robustezza. Distanze da altri vivai: km 24 da Floriana Bulbose – km 55 da S’Orrosa – km 56 da Torsanlorenzo – km 52 da L’Antico Fiore – km 74 da Waternursery.

 

Floriana Bulbose

Floriana Bulbose, a  Monte Porzio Catone (RM): straordinario vivaio specializzato  in bulbi, cormi, tuberi e rizomi,fondato dal dottor Enrico Shejbal, oggi affiancato dal figlio Christian. Offre collezioni di bulbose, rizomatose, tuberose a fioritura invernale, primaverile, estiva e autunnale, per amatori ma anche per parchi e giardini, giardini botanici, vivai e paesaggisti, in vendita anche on-line. Distanze da altri vivai: km 44 da S’Orrosa – km 24 da Le Figlie del Vento – km 45 da Torsanlorenzo – km 40 da L’Antico Fiore – km 55 da Waternursery.

 

 

Vivaio S’Orrosa

S’Orrosa, a Tor San Lorenzo (RM): vivaio specializzato in rose antiche, cinesi, indiane, americane, con una collezione di oltre  mille varietà, tra cui molte rare e nuove in Italia. Distanze da altri vivai: km 1 da Torsanlorenzo – km 55 da Le Figlie del Vento – km 44 da Floriana Bulbose – km 9 da L’Antico Fiore – km 34 da Waternursery

 

Elisabetta, Silvia e Liana Margheriti, vivai Torsanlorenzo (foto D Repubblica)

Torsanlorenzo Gruppo Florovivaistico , a Tor San Lorenzo (RM): grande vivaio, con altre sedi di coltivazione in Italia e all’estero, fondato nel 1978 dal compianto Mario Margheriti, moderno cacciatore di piante, e oggi gestito dalle tre figlie, Elisabetta, Silvia e Liana con passione e competenza. In catalogo vi sono oggi oltre 5.700 varietà, di cui in particolare specie e varietà mediterranee, australiane, sudafricane, a bassa manutenzione e a ridotto fabbisogno idrico, e specie spontanee italiane, con le quali ricostruire gli ambienti naturali a rischio ma anche da inserire in giardino. Il viaio è a due passi da I Giardini della Landriana (sotto): non perdeteli! Distanze da altri vivai: km 8 da L’Antico Fiore – km 56 da Le Figlie del Vento  – km 45 da Floriana Bulbose – km 1 da S’Orrosa – km 33 da Waternursery.

 

 

Pelargoni de L’Antico Fiore

L’Antico Fiore , a Nettuno (RM): una piccola azienda agricola che produce seguendone i cicli naturali, pelargoni insoliti, rari da collezione, gerani rustici e melograni. Distanze da altri vivai:km 30 da Waternursery – km 52 da Le Figlie del Vento – km 40 da Floriana Bulbose   – km 9 da S’Orrosa – km 8 da Torsanlorenzo.

 

 

I fiori di loto di Waternursery

Waternursery, a Latina: vivaio specializzato nella coltivazione di piante acquatiche, tra cui collezioni di iris, fiori di loro ninfee, e piante adatte alla fitodepurazione. Offre inoltre piccoli laghetti in vao già pronte, sotto forma di ciotole e vasche in corten assolutamente irresistibili. Distanze da altri vivai:km 74 da Le Figlie del Vento – km 55 da Floriana Bulbose – km 34 da S’Orrosa – km 33 da Torsanlorenzo – km 30 da L’Antico Fiore.

Da qui potete collegarvi al primo itineraio laziale: Andar per vivai; da Roma a Bolsena (Lazio/1), raggiungendo il vivaio Il Fiore all’Occhiello distante 46 chilometri.

 

Giardini imperdibili

Vi sono così tanti ville e giardini storici, orti botanici e riserve naturalistiche in questo territorio, che ci riesce difficile indicarvene solo alcuni, per cui vi rimandiamo al sito Italian Botanical Heritage, regione Lazio, lasciando a voi la scelta di quelli che vi interessano di più per arricchire l’itinerario fra i vivai. Vi suggeriamo due giardini, entrambi meravigliosi e pieni di fascino.

 

Giardini della Landriana

Giardino della Landriana, a Tor San Lorenzo, Ardea (RM): ideato dalla marchesa Lavinia Taverna e disegnato da  Russel Page, è formato da diversi giardini pieni di spunti e insegnamenti, tra cui il giardino grigio, il prato blu, la valle delle rose, il viale bianco, il giardino degli ulivi, il roseto, il giardino degli aranci, un rock garden, una pergola strepitosa ammantata da un glicine secolare. In aprile e ottobre ospitano le belle mostre mercate “Primavera alla Landriana” e “Autunno alla Landriana”.

 

 

Giardino di Ninfa

Giardino di Ninfa a Cisterna di Latina (LT): grande giardino all’inglese dall’atmosfera formentente romantica, dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000. Antici ruderi, un fiume e ruscelli dall’acqua purissima, cipressi, rose che si arrampicano sugli alberi e sulle rovine magnolie, ciliegi da fiore, arbusti di ogni genere, piante tropicali favorite dal clima mite, un giardino all’italiana del 1600, con  agrumi in vaso e vasche popolate da cigni…Ninfa è questo e tanto altro. Vi incanterà, in ogni stagione di apertura, ma dovete prentare la visita con largo anticipo.

 

Da assaggiare!

Ciliegia Ravenna della Sabina

Approfittate del viaggetto per assaggiare, a seconda della stagione, la ciliegia Ravenna della Sabina, il broccolo e il carciofo romanesco, tipici della zona di Roma; il sedano bianco di Sperlonga, la cicoria Catalogna Frastagliata di Gaeta e la cicerchia di Campodimele, coltivati nella provincia di Latina. Non ve ne penirete!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.