I freschi laghetti del Val di Noto

Annoverato dal 2002 fra i siti Unesco Patrimonio dell’Umanità per la bellezza delle sue città tardo barocche, il Val di Noto custodisce molti altri tesori, fra cui, all’interno dell’altopiano di Monti Iblesi, una serie di meravigliosi laghetti che si sono formati nei canyon, localmente chiamati cave, scavati dal tempo nella roccia. Pozze dalle acque fredde e purissime, dai colori incredibili, che regalano refrigerio in queste torride giornate estive. Poiché la strada per ragigungerli è impervia e i telefonini non prendono, è più prudente affidarsi alle associazioni locali che organizzano visite, acqua-trekking e torrentismo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.