Andar per vivai: Padova e dintorni (Veneto/2)

Il Veneto è una delle regioni italiane più ricca di vivai, grandi e piccoli. Questo primo itinerario si sviluppa nei dintorni di Padova, cittadina dalla storia millenaria, tradizioni, arte e monumenti, come il Palazzo della Ragione, da poco restaurato, la Loggia dei Carraresi, la Cappella degli Scrovegni con il prezioso ciclo degli affreschi del Giotto, le sculture di Donatello e il monumento di Libeskind. È una città ricchi di palazzi, chiese e piazze, tra cui le Basiliche di S. Antonio, di S. Giustina, Il Duomo, piazza delle Erbe, piazza della Frutta, Prato della Valle, i portici, Palazzo del Bo, sede universitaria, e l’Orto botanico, probabilmente il più antico d’Italia e d’Europa. Il nostro percorso fra i vivai intorno alla città si può svolgere in due-tre giorni, fra rose, iris, clematidi e piante acquatiche, con l’aggiunta, per chi fosse interessato, di giardini contemporanei, giardini storici, orti botanici e altro ancora.

I vivai

Nella mappa sono indicati i vivai dell’itinerario proposto. Sotto la descrizione di ciascuno e i giardini privati e storici da vistare in zona.

Vivai della Colombara, a Cittadella (PD): conosciuto anche come Vivai Nichele per via del cognome di famiglia, seleziona e coltiva piante ornamentali, tra cui numerosi di arbusti da fiore e da bacca, bossi, erbacee perenni, rampicanti, rose antiche e rose moderne. Inoltre progetta e realizza giardini ed aree verdi, forisce consulenze e valutazioni riguardanti gli alberi e loro consolidamenti, abbattimenti e potature in tree climbing. Distanze da altri vivai: km 4 da Raziel – km 10 da Hydrofyllum – km 42,5 da La Campanella – km 47 da Novaspina – km 75 da Floricoltura Billo.

Vivaio Raziel, Agapanthus ‘Amsterdam’

Vivaio Raziel, a San Martino di Lupari (PD): è specializzato in bulbose, con importanti collezioni di tulipani, storici, moderni e botanici, narcisi, agapanti, muscari, tulipani botanici, clivie, che il proprietario, Pedro Minto, raccoglie da anni con grande passione e competenza. Contattatelo prima di andarci, potrebbe essere in giro per mostre. Distanze da altri vivai: km 4 da Vivaio della Colombara – km 12 da Hydrofyllum – km 46 da La Campanella – km 51 da Novaspina – km 78 da Floricoltura Billo.

 

Hydrophyllum Vivaio Piante Acquatiche

Hydrophyllum Vivaio Piante Acquatiche, a Cittadella (PD): la piccola azienda agricola di Fabio, Linda e Marco Cartolaro, è specializzata in piante acquatiche, in particolare ninfee e fiori di loto. Splendidi i loro mastelli già pronti con piante particolari. Il vivaio è aperto tutto l’anno, su appuntamento telefonico. Distanze da altri vivai: km 28 da La Campanella – km 10 da Vivaio della Colombara – km 12 da Raziel – km 11,5 da Strano ma Verde – km 34,5 da Novaspina – km 69 da Floricoltura Billo.

 

Azienda agricola La Campanella

Azienda agricola La Campanella, a Cervarese Santa Croce (PD): vivaio di lunga esperienza, fondato da Anna Maria Sgarabottolo è specializzato nella produzione di rose antiche, tra cui in particolare Rose Gallica, e di clematidi. Aperto tutto l’anno, salvo nel mese di agosto, offre corsi di coltivazione e potatura delle rose in vari mesi dell’anno Anna Maria ha inoltre aperto una piccola casa editrice, La Campanella, specializzata in libri sulle rose, tra cui Rose d’autunno, scritto con Enza Torrenti. Distanze da altri vivai: km 9 da Novaspina – km da 42,5 Vivaio della Colombara – km 46 da Raziel – km 28 da Hydrofyllum – km 40 da Floricoltura Billo.

 

Azienda agricola Novaspina (Rosa Caterina Cornaro)

Azienda agricola Novaspina, a Teolo (PD): giovane vivaio fondato da Davide dalla Libera, che si occupa dell’ibridazione e produzione di nuove varietà vegetali, principalmente rose e iris. In particolare, partendo da genitori poco utilizzati in ibridazione, si concentra sulla selezione di rose adatte ai climi difficili, caldi e freddi, resistenti alle malattie fungine, nonché sulla creazione di varietà dalle foglie strane, per colore e forma, e di varietà dai fiori a coppa o a forma di rosa Tea, arbustive e rampicanti, alle quali regala nomi poetici ed evocativi, alcuni dei quali appartenenti alle nobildonne veneziane del passato: ‘Moscalbò’, ‘Fosca’, ‘Rosalba Carriera’, ‘La Tintoretta’….Inoltre, Davide riproduce e coltiva molte rose selezionate da altri ibridatori, tra cui Rolando Zandri, Marc Alberici, Dominique Massad. Contattatelo prima di andarci, potrebbe essere in giro per mostre. Distanze da altri vivai: km 44,5 da Floricoltura Billo – km 47 da Vivaio della Colombara – km 51 da Raziel – km 34,5 da Hydrofyllum – km 9 da La Campanella

 

Floricoltura Billo (Dianthus ‘Candy Floss’)

Floricoltura Billo, a Merlara (PD): fondato da una giovane, amabile coppia, Federico Billo e Melissa Boggian, è specializzato nella produzione di garofani (Dianthus spp.). Tre le loro collezioni più interessanti, vi segnaliamo i garofanini selvatici dei prati e i garofani rifiorenti inglesi, capaci di sbocciare, con le dovute attenzioni, fino all’inverno. Contattateli prima di andarci, potrebbero essere in giro per mostre. Distanze da altri vivai: km 75 da Vivaio della Colombara – km 78 da Raziel –  km 69 da Hydrofyllum – km 40 da La Campanella – km 44,5 da Novaspina.

Da qui potete collegarvi alll’itinerario (Andar per vivai:  Treviso e dintorni /Veneto 1).

Giardini da visitare:

Se avete tempo, inserite anche la visita all’Orto botanico di Padova, a un giardino dedicato alle farfalle tropicali e a due giardini privati deliziosi e ricchi di spunti; e ancora, a qualcuno dei tanti giardini storici presenti sul territorio.

Orto botanico di Padova

Orto botanico di Padova: si contende con l’orto Botanico di Pisa il primato di primo a essere fondato in Italia, a metà del ‘500. Da non perdere, perché unisce passato e presente, grazie alle nuove serre aperte da pochi anni.

Casa delle Farfalle

La Casa delle Farfalle, a Montegrotto Terme (PD): è un museo vivente, creato entomologo naturalista Enzo Moretto, formato da tre giardini tropicali al coperto, nelle quali vivono e si riproducono oltre 400 tra le più belle farfalle diurne e notturne del mondo, provenienti dai climi amazzonico, afro-tropicale e indo-australiano, fra piante tropicali, non trattate con antiparassitari. È aperto da marzo a novembre.

Au Paradis del Papillons

Le Paradis des Papillons, ad Abano Terme (PD): creato dal proprietario-giardiniere, Michele Thomas Calore è il delizioso giardino nato su una striscia di terra argillosa, suddiviso in stanze ottenute con macchie curvilinee di arbusti e perenni, archi, pergolati, siepi di tasso, un boschetto di carpini e tigli, uno stagno. Il prato è un sentiero verde, che sembra scivolare tra le piante, invitando all’esplorazione. Moltissime le rose, resistenti al clima difficile, profumate e perlopiù rifiorenti, in parte provenienti dal vivaio Novaspina, dell’amico Davide dalla Libera, le graminacee, echinacee e altre perenni della prateria americana, gli aster. Le fioriture si susseguono tutto l’anno, per cui non c’è stagione che non meriti una visita, accompagnati dall’appassionato proprietario. Che nel giardino ha inoltre inserito molti animali da cortile, fra gallinelle ornamentali, oche, anatre e pavoni.

Il giardino di Camilla Zanarotti

Giardino di Camilla Zanarotti, a Zovencedo (Vi): per visitarl dovete spostarvi un poco rispetto alla zona di Padova, ma ne vale davvero la pena. La paesaggista e giardiniera Camilla Zanarotti vi condurrà nel suo giardino, strappato a un terreno in pendenza, pietroso e poco profondo. Affacciato su un meraviglioso panorama, si sviluppa in terrazze, a partire dal bosco dietro l’abitazione. Delicata da pallette dei colori, nei toni del rosa, del bianco e del viola, estremamente interessante la scelta botanica di specie e varietà in grado di reggere le difficoltà del clima e del terreno. Romanticissimi i gazebi in pali di castagno ricoperti di rose e superbo il grande orto di verdure e fiori, coltivato in modo totalmente biologico. Camilla lo apre volentieri alle visite a gruppi di appassionati, ma essendo molto presa, vanno concordate per tempo, contattandola al numero 329 2248695.

Se poi avete voglia di vistare qualche importante giardino storico in zona, consultate l’itinerario “Andar per giardini: da Padova a Vicenza”

In alternativa, vi ricordo la suggestiva crociera del Burchiello, che da Padova conduce a Venezia e ritorno, permettendo di ammirare dall’acqua molte delle ville venete ubicate lungo le rive del fiume Brenta, chiese, ponti e chiuse. Dura un’intera giornata.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Wandering nurseries: Padua and its surroundings (Veneto/1)

Veneto is one of the Italian regions with the most nurseries, small and big. This first itinerary is set in the surroundings of Padua, city with an age-old history, traditions, art and monuments, such as Palazzo della Ragione, recently renovated, Loggia dei Carraresi (palace of the Carrara), the Scrovegni Chapel with the precious frescos by Giotto, Donatello’s sculptures and Libeskind monument. The city is rich in palaces, churches and squares: the Basilica of S. Antonio and S. Giustina, the Dome, piazza delle Erbe, piazza della Frutta, Prato della Valle, the arcades, Palazzo del Bo, the university, and the Botanical Garden, maybe the most ancient in Italy and Europe. Our itinerary among the nurseries around the city can be followed in 2-3 days, discovering roses, irises, clematises and aquatic plants, but also, for those who are interested, contemporary gardens, historic gardens, botanical gardens and so much more.

Nurseries

The map indicates the nurseries and the other locations of the suggested itinerary. For each nursery, we indicate its distance from the others, in order to facilitate you in the choice of the ones to visit and their order.

Vivai della Colombara, a Cittadella (Padua): also known as Vivai Nicheli, the family name, it selects and cultivates ornamental plants, among which many berry and flowering shrubs, boxes, perennial herbaceous plants, vines, ancient and modern roses. It also designs and realises gardens and green spaces, besides offering expert advice and assessments about trees, knocking downs and tree climbing pruning.

Distance from other nurseries: km 4 from Raziel – km 9 from Strano ma Verde – km 10 from Hydrofyllum – km 42,5 from La Campanella – km 47 from Novaspina – km 75 from Floricoltura Billo.

Vivaio Raziel, Agapanthus ‘Amsterdam’

Vivaio Raziel, a San Martino di Lupari (Padua): specialised in bulbs, with important collections of historic, modern and botanical tulips, daffodils, agapanthuses, grape hyacinths and bush lilies that the owner, Pedro Minto, has been collecting for years with great passion and competence.

Distance from other nurseries: km 6 from Strano ma Verde – km 4 from Vivaio della Colombara – km 12 from Hydrofyllum – km 46 from La Campanella – km 51 from Novaspina – km 78 from Floricoltura Billo.

Vivaio Strano ma Verde

Strano ma Verde, a San Martino di Lupari (Padua): this small nursery is specialised in “environmental” grasses and herbs, that is those found in lawns and nature. There is a common entrance with the sawmill “Società Carlon”, be careful. The owner, Enrico Carlon, designs and realises fascinating gardens, yet very simple. Phone them before going there.

Distance from other nurseries: km 11,5 from Hydrofyllum – km 9 from Vivaio della Colombara – km 6 from Raziel – km 38 from La Campanella – km 46 from Novaspina – km 83 from Floricoltura Billo.

Hydrophyllum Vivaio Piante Acquatiche

Hydrophyllum Vivaio Piante Acquatiche, a Cittadella (Padua): the small agricultural company run by Fabio, Linda and Marco Cartolaro, specialises in aquatic plants, water lilies and lotus flowers in particular. They have beautiful ready-made kibbles. The nursery is always open, prior appointment.

Distance from other nurseries: km 28 from La Campanella – km 10 from Vivaio della Colombara – km 12 from Raziel – km 11,5 from Strano ma Verde – km 34,5 from Novaspina – km 69 from Floricoltura Billo.

Azienda agricola La Campanella

Azienda agricola La Campanella, a Cervarese Santa Croce (Padua): this nursery established by Anna Maria Sgarabottolo is specialised in the production of ancient roses, especially Rose Gallica, and clematises. Always open, except in August, it offers cultivation and rose pruning classes. Anna Maria has also opened a small publishing house, La Campanella, specialised in books about roses, for instance Rose d’autunno (Autumn Roses) written with Enza Torrenti.

Distance from other nurseries: km 9 from Novaspina – km from 42,5 Vivaio della Colombara – km 46 from Raziel – km 38 from Strano ma Verde – km 28 from Hydrofyllum – km 40 from Floricoltura Billo.

Azienda agricola Novaspina (Rosa Caterina Cornaro)

Azienda agricola Novaspina, a Teolo (Padua): the young nursery founded by Davide dalla Libera, specialises in the hybridisation and production of new varieties, mainly roses and irises. Starting from parents that are not often used for hybridisation, he concentrates on the selection of roses that can resist to difficult climates, hot and cold, fungal diseases. He also creates varieties with strange leaves, for their colour and shape, and varieties with cup-shaped flowers or similar to Rosa Tea, in shrubs or climbing, to which he gives poetic and evocative names, some of them belonging to the Venetian gentlewomen of the past: ‘Moscalbò’, ‘Fosca’, ‘Rosalba Carriera’, ‘La Tintoretta’… Furthermore, Davide reproduces and cultivates many roses selected by other hybridisers like Rolando Zandri, Marc Alberici, Dominique Massad. Contact him before going, he might be at some exhibition.

Distance from other nurseries: km 44,5 from Floricoltura Billo – km 47 from Vivaio della Colombara – km 51 from Raziel – km 46 from Strano ma Verde – km 34,5 from Hydrofyllum – km 9 from La Campanella.

Floricoltura Billo (Dianthus ‘Candy Floss’)

Floricoltura Billo, a Merlara (Padua): established by a young and lvely couple, Federico Billo and Melissa Boggian, it specialises in the production of carnations (Dianthus spp.). Among their interesting collections, there are wild lawn carnations and English reblooming carnations that can bloom until winter. Contact them before going, they might be at some exhibition.

Distance from other nurseries: km 75 from Vivaio della Colombara – km 78 from Raziel – km 83 from Strano ma Verde – km 69 from Hydrofyllum – km 40 from La Campanella – km 44,5 from Novaspina.

From here, you can connect to the itinerary Wandering nurseries: Treviso and its surroundings (Veneto/2).

Gardens to visit:

If you have the time, add the visit to Padua Botanical Garden, a garden dedicated to tropical butterflies and two pleasant private gardens; also, some of the many historic gardens I the territory.

Orto botanico di Padova

Padua Botanical Garden: it competes with the Botanical Garden in Pisa the title of first botanical garden Italy (half of the 16th Century). You can’t miss it because it unites past and present thanks to the new greenhouses recently opened.

Casa delle Farfalle

La Casa delle Farfalle, a Montegrotto Terme (Padua): it is a living museum, created by entomologist and naturalist Enzo Moretto. It is made up of three indoor tropical gardens, where more than 400 butterflies, diurnal and nocturnal, live and reproduce; they come from different climates (Amazonian, African-tropical, Indo-Australian) and live among tropical plants, not treated with pesticides. It is open from March to November.

Au Paradis del Papillons

Le Paradis des Papillons, ad Abano Terme (Padua): created by its owner and gardener Michele Thomas Calore, it is a very pleasant garden on clay land, divided in rooms obtained with curvilinear scrubs of shrubs, perennials, arches, pergolas, yew hedges, a wood of hornbeams and lime trees, a pond. The lawn is a green path sliding among the plants and inviting people to discover more of the garden. There are many roses, resistant to difficult climates, scented and mostly reblooming, from the nursery Novaspina of his friend Davide dalla Libera, grasses, coneflowers and asters, perennials of the American prairie. There are flowering all over the year, therefore it is worth visiting in every season. The passionate owner will guide you through your visit, who also included farmyard animals: ornamental chickens, geese, ducks and peacocks.

Il giardino di Camilla Zanarotti

Giardino di Camilla Zanarotti, a Zovencedo (Vicenza): to visit his garden you have to move away from the area of Padua, but it is really worth it. Landscaper and gardener Camilla Zanarotti will guide you through her garden on a sloping terrain, rocky and not deep. Facing a beautiful view, it develops on terraces, starting from the wood behind her house. The garden has very light colours, mostly shades of pink, white and violet, and presents a very interesting botanical choice of species and varieties that can resist to the difficult climate and terrain. There are also very romantic gazebos in chestnut wood covered with roses and a superb vegetable and flower garden, organically cultivated. Camilla opens the garden for planned visits of groups of enthusiasts. You can contact her at +39 329 2248695.

If you want to visit some of the important historic gardens in the area, have a look at the itinerary Wandering nurseries: from Padua to Vicenza.

Alternatively, I remind you of the suggestive Burchiello cruise that from Padua will lead you to Venice and back again, allowing you to observe from the water many Venetian villas along the shoreline of river Brenta, churches, bridges and sluices. It lasts a whole day.

In alternativa, vi ricordo la suggestiva crociera del Burchiello, che da Padova conduce a Venezia e ritorno, permettendo di ammirare dall’acqua molte delle ville venete ubicate lungo le rive del fiume Brenta, chiese, ponti e chiuse. Dura un’intera giornata.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.