Andar per vivai: da Monza alla Brianza, alla corte di Teodolinda (Lombardia/4)

Soprannominata la “dama di ferro”, Teodolinda fu una celebre regina longobarda, consorte di Agilulfo dal 589 al 616, poi reggente per il figlio Adaloaldo fino al 624. Donna bella, intelligente e forte, molto amata dal suo popolo, fu una grande mecenate e regalò a Monza, la città che scelse come capitale estiva del Regno longobardo, della bella basilica dedicata a San Giovanni Battista, di un palazzo reale e di numerosi oggetti artistici. Ancora oggi la cittadina offre un bel centro storico, ricco di chiese e palazzi antichi. È anche capoluogo della Brianza, territorio un tempo verde e boscoso, dove i milanesi solevano costruire le loro ville, residenze e case di campagna. Così, abbiamo pensato a un itinerario fra i numerosi vivai presenti: piccolo, per le distanze ravvicinate da percorrere, richiede però il suo tempo, per poter apprezzare la ricchezza botanica dei vivai prescelti.

L’itinerario si collega al percorso Andar per vivai: da Pavia a MIlano, lungo il Naviglio (Lombardia/1), raggiungendo Giardini Galbiati, distante 12 chilometri, e ad Andar per vivai: da Como a Lecco, la Via dei Laghi (Lombardia/3), tramite il Vivaio Guido Agnelli, distante 4 chilometri.

 

I vivai

Nella mappa sono indicati i vivai dell’itinerario proposto. Per ogni vivaio, inseriamo le distanze dagli altri, in modo da facilitarvi la scelta di quali visitare e in quale ordine.

 

 

Rudbeckie di Floricoltura Chiaravalli

Floricoltura Fenix , a Mighinzano (MB): aperta nel 1986 sulle colline della Brianza da Piero e Felicia, entrambi insegnanti con una grande passione per la natura, è andata via via diversificando la propria produzione per essere sempre più vicina all’idea del giardino naturale. Vi troverete salvie ornamentali, dalie, Penstemon, Agastache, campanule, verbene, diasce, rudbeckie, mughetti, ciclamini, viole, e molte altre erbacee annuali e perenni da fiore. Distanze da altri vivai: km 17,5 da Floricoltura Chiaravalli – km 24 da Az. Agr. Meani – km 19 da Fa.st.Flora Vivai – km 10 da Il Peccato Vegetale.

 

Floricoltura Chiaravalli-la serra degli agrumi

Floricoltura Chiaravalli , Monza (MB): garden-vivaio situato in una cascina urbana a pochi passi dal centro storico di Monza, oltre a numerose piante ornamentali, terricci, concimi, vasi e attrezzataure per il giardinaggio, composizioni di fiori freschi e secchi, servizio di realizzazione e manutenzione di giardini e terrazzi, offre una vasta collezione di agrumi in vaso, fra cui esemplari importanti. Distanza dagli altri vivai: km 5 da Floricoltura Fenix – km 18 da Fa.st.Flora Vivai – km 17,5 da Il Peccato Vegetale.

 

Az.agr. Emanuele Meani

Az. Agr. Emanuele Meani , Brugherio (MB): vivaio a conduzione famigliare produce arbusti da fiore, piante da siepe, fruttiferi, piante rampicanti, fiori stagionali e ortive, ma soprattutto è specializzato nella coltivazione di aceri giapponesi. Le piante, sui cinque ettari di produzione, sono coltivate in parte in piena terra, seguendo le tradizionali tecniche vivaistiche, e in parte in vaso per avere in ogni momento dell’anno un immediata disponibilità. Distanze da altri vivai: km 14 da Fa.st.Flora Vivai – km 24 da Floricoltura Fenix – km 6 da Floricoltura Chiaravalli – km 18 da Il Peccato Vegetale.

 

Acer palmatum dissectum di Fa.st.flora Vivai

Fa.st.flora Vivai , ad Agrate Brianza (MB): giovane azienda creata da Fabio Stucchi, partendo dalle conoscenze pluriennali ben consolidate del padre Giancarl, produce e piante ornamentali, ma in particolare di diverse varietà di aceri giapponesi e di Cornus florida. Fabio ha improntato la produzione coniugando il rispetto della natura con i tempi vegetativi e naturali della pianta, senza dimenticare sia le più moderne ed tecniche di coltivazione ma anche i prodotti più innovativi disponibili. Gli aceri, per esempio (fra cui Acer dissectum ‘Inaba Shidare’, A. dissectum ‘Garnet’, A. dissectum ‘Green lace’, A.dissectum ‘Viridis’, A.palmatum ‘Fire Glow’, A.palmatum ‘Bloodgood’, A. palmatum ‘Sango Kaku’, A. palmatum ‘Shishigashira’) sono riprodotti da semi raccolti in azienda da piante madri. Distanze da altri vivai: – km 19 da Floricoltura Fenix – km da 18 Floricoltura Chiaravalli – km 14 da Az. Agr. Meani – km 14 da Il Peccato Vegetale.

 

Il Peccato Vegetale, foto di Roberta Marchesi

Il Peccato Vegetale , a Usmate Velate (MB): fondato nel 1995, dapprima nel giardino di casa, da Enrico Riva e Roberta Marchesi, riproduce e coltiva innumerevoli erbacee perenni, tra cui collezioni di anemoni, Aster, Geranium, Heuchera, Dianthus, Trycirtis, Persicaria, felci, graminacee ornamentali, arbusti, tra cui collezioni di cisti e Ceanothus, esposti con gusto squisito. Distanze da altri vivai: km 10 da Floricoltura Fenix – km 17,5 da Floricoltura Chiaravalli – km 18 da Az. Agr. Meani – km 14 da Fa.st.Flora Vivai.

 

Giardini da visitare lungo il percorso

Di nuovo, ve ne segnaliamo uno per tutti, il più importante per storia, dimensioni, bellezza. Potete cercare gli altri su www.italianbotanicalheritage.com: puntate su “luoghi“, vi si aprirà una tendina con tutte le regioni, cliccate sulla parola “luoghi”, inserite regione, provincia e città e, utilizzando la voce “categoria“ che compare in alto a destra, selezionate quelle inerenti ai giardini (dimore storiche con giardino / giardini e parchi storici / giardini e parchi contemporanei). Oppure scorrete tutto l’elenco dei luoghi di interesse botanico nella provinca di Monza Brianza, elencati in ordine alfabetico.

 

Parco di Monza

Parco di Villa Reale di Monza: costruita alla fine del Settecento dall’architetto Piemarini per volere dell’imperatrice Maria Luisa d’Austria, la Villa Reale di Monza è un elegante edificio in stile neoclassico. L’avvolge un immenso, meraviglioso parco, progettato dall’architetto Luigi Canonica ai primi dell’Ottocento, con l’intento di farne una tenuta agricola modello e una riserva di caccia. Nel corso del secolo il parco divenne un prezioso riferimento per la ricerca botanica, mentre nella lato della tenuta nacque un importante vivaio e una scuola per giardinieri. Ancora oggi sede della Scuola Agraria del Parco di Monza, che offre corsi inerente il verde per professionisti e amatori, questo vasto giardino all’inglese da generazioni è meta delle passeggiate domenicali per i milanesi. Ospita un celebre Roseto, sede ogni anno del concorso per eleggere le rose più belle, in maggio.

 

2 Commenti

  • Elda
    21 novembre 2017 9:24

    Quando sarebbe il periodo migliore per il giro?

    • Margherita Lombardi
      21 novembre 2017 16:42

      ovviamente tutta la bella stagione, tranne magari il periodo più caldo. Tuttavia anche questa stagione può essere utile, per scegliere e acquistare le piante da mettere a dimora ora. Margherita

Rispondi