Andar per vivai: a nord di Torino (Piemonte/4)

Grazie alla sua storia e cultura, il Piemonte è forse la regione italiana più ricca di giardini così come di piccoli vivai speciali. Specializzati in rose, peonie, arbusti, alberi da frutto antichi, erbacee perenni e aromatiche, piante alpine, piante da orto, rampicanti e molto altro ancora, offrono una scelta vastissima botanica a tutti gli appassionati così come per i professionisti del verde. Perciò, nel proporvi un itinerario da svolgere in un fine settimana, è stato necessario suddividerli in più tappe. Soltanto nella provincia di Torino, ne abbiamo creati due. Ecco dunque il primo, che vi condurrà fra erbe aromatiche, ortaggi speciali, rampicanti inusuali, graminacee ornamentali, erbacee perenni e deliziose piante alpine..oltre che un paio di vigneti e cantine condotti nel rispetto dell’ambiente e immersi in un paesaggio incantevole. Niente vi impedisce di unire questo itinerario agli altri, come Andar per vivai: a sud di Torino (Piemonte / 5)

I vivai

Nella mappa sono indicati i vivai e gli altri indirizzi dell’itinerario proposto. Per ogni vivaio, inseriamo le distanze dagli altri, in modo da facilitarvi la scelta di quali visitare e in che ordine.

Vivaio Millefoglie, a Ivrea (TO): aperto nel 1998 da Filippo Alossa, paesaggista, naturalista e botanico, e Rossana Raballo, biologa, è specializzato in erbacee perenni, graminacee, alberi, arbusti e rampicanti, propone in particolare interessanti collezioni di piante da bacca e da siepe, piante per attirare farfalle e altri insetti utilipiante per il miglioramento naturale del suolo (specie azotofissatrici, coprisuolo). Filippo e Rossana  inoltre sperimentano tecniche per giardini e terrazzi a basso impatto ambientale e dunque eco-sostenibili. Il vivaio è aperto venerdì e sabato, dalle 8.20 alle 12,30 e poi dalle 16 al tramonto,  è chiuso in dicembre e agosto, nel mese di febbraio riceve solo su appuntamento. Distanze da altri vivai: km 49 da Vivaio Vivalpi – km 62 da F.lli. Gramaglia – km 48,5 da Vivaio Anna Peyron – km 57 da Vivaio La Gorra – km 60 da Vivai Giani. ATTENZIONE: le distanze vanno modificate in seguito al trasferimento del vivaio Millefoglie da Lessolo a Ivrea.

 

Vivaio VivAlpi

Vivaio VivAlpi , a Corio (TO): la  passione sfrenata per la montagna e le piante alpine ha portato Marco Picca Piccon ad aprire, dietro casa e dietro il ristorantino in cui prepara manicaretti della cucina montana, il vivaio VivAlpi. Situato a 800 metri di altitudine, tra le Valli di Lanzo ed il Canavese (a circa 40 chilometri da Torino), Vivalpi è piccolo vivaio inerpicato sulla montagna, specializzato nella coltivazione e riproduzione della flora montana, il vivaio annovera oggi importanti collezioni nei genere Gentiana, Helleborus, Corydalis, Pulsatilla, Astrantia, Aconitum, Ranunculus, Saxifraga e altri generi ancora, che si possono ammirare nella roccera. Grazie alla collaborazione con orti botanici, associazioni e vivai esteri, Marco ha raccolto oltre 1000 specie provenienti dalle montagne di tutto il mondo, tra cui le Montagne Rocciose, la catena neozelandese, la Patagonia, le valli asiatiche, inserendole in coltivazione e riproduzione. Un consiglio: indossate scarpe da passeggiata in montagna. Distanze da altri vivai: km 35 da F.lli Gramaglia – km 49 da Vivaio Millefoglie – km 45 da Vivaio Anna Peyron – km 64 km da Vivaio La Gorra – km 58 km da Vivai Giani.

 

Vivaio F.lli Gramaglia

Fratelli Gramaglia a Collegno (TO): Paolo e Marco Gramaglia, chi non li conosce ormai? Tra i primi a dedicarsi alle piante aromatiche, alimentari, da orto, tessili e medicinali, mossi da infinita curiosità hanno creato importanti collezioni, fra cui in particolare di basilico, peperoncini, mente, pomodori, cavoli, insalate, melanzane e tanto altro, con particolare attenzione per le varietà speciali italiane. Ricevono volentieri scuole e gruppi di bambini, per spiegare loro i misteri della botanica con competenza e semplicità. Distanze da altri vivai: km 34,5 da Anna Peyron – km 62 da Vivaio Millefoglie –   km 35 da Vivaio Vivalpi – km 44 da Vivaio La Gorra – km 38 da Vivai Giani.

 

Vivaio Anna Peyron

Vivaio Anna Peyron, a Castagneto Po (TO): che dire? Ormai conosciamo tutti Anna Peyron, quanto abbia contribuito all’evoluzione e riscoperta del gusto del giardino, all’introduzione delle rose antiche, ma anche delle ortensie, delle piccole bulbose da far naturalizzare, delle dalie, degli arredi di stile. Il suo vivaio è anche un giardino, nel quale immergersi per uscirne incantati. Nella seconda metà della primavera vi travolge con l’abbondanza e la grazie delle fioriture delle rose antiche, fra cui le rampicanti che scendono a cascata dagli alberi a lambire lo stagno, le clematidi che si avvinghiano per regalare fioriture piene di grazia, gli arbusti più rustici e robusti adatti ai nostri giardini; in estate, con il tripudio delle ortensie; in autunno con le ultime dalie, i cinorrodi delle rose e la dolcezza della luce che indora ogni angolo del giardino-vivaio. Da non perdere, assolutamente. Distanze da altri vivai: km 8 da Vivaio La Gorra – km 48,5 da Vivaio Millefoglie – km 45 da Vivaio Vivalpi – km 34,5 da F.lli Gramaglia – km 14 da Vivai Giani.

 

L’Erbario della Gorra

L’Erbaio della Gorra, a Casalborgone (TO): specializzato in erbacee perenni, tra cui collezioni di Aster autunnali, Heuchera, Cimifuga, Tricyrtis e graminacee ornamentali, è stato fondato nel 1999 da Valentina Povero e Tullio Destefano, innamorati del concetto del giardino spontaneo e dinamico, in continuità con l’ambiente circostante, in incessante movimento,  segnato dall’alternarsi delle stagioni, dal susseguirsi delle fioriture, dai cambiamenti continui dei volumi, delle prospettive e dei cromatismi. Valentina e Tullio, inoltre, forniscono consulenze progettuali e realizzano giardini con erbacee perenni e graminacee ornamentali. Distanze da altri vivai: km 13 da Vivai Giani – km 57 da Vivaio Millefoglie – km 64 – km da Vivaio Vivalpi – km 57 da F.lli Gramaglia – km 8 da Vivaio Anna Peyron.

 

Vivaio Giani

Vivai Giani, a Marentino (TO): fondato nella primavera del 2008 da Fabio Giani, laureato in Scienze agrarie, è specializzato nella produzione di piante rampicanti e sarmentose, ideali anche dove lo spazio è poco, come in tanti piccoli giardini e terrazzi cittadini. In particolare, Fabio ha raccolto una collezione di 24 cultivar di Wisteria, collezioni dei generi Campsis (bignonie), Lonicera (caprifogli), Hedera e dalla famiglia delle Vitaceae (viti ornamentali) e Hydrangeaceae (ortensie rampicanti), oltre a un’ampia scelta di specie e varietà fra differenti generi botanici. Il vivaio è aperto il sabato tutto il giorno, mentre durante gli altri giorni solo su appuntamento; in ogni caso, se volete essere sicuri di incontrare Fabio, con la sua competenza e gli straordinari occhi blu, durante il periodo delle mostre mercato, meglio telefonare. Distanze da altri vivai: km 60 da Viviao Millefoglie – km 58 km da Vivaio Vivalpi – km 38 da F.lli Gramaglia – km 14 da Vivaio Anna Peyron – km 13 da Vivaio La Gorra.

Da qui potete collegarvi all’itinerario A sud di Torino (Piemonte 5), raggiungendo l’Az. agr. Feletig, a 7,5 km di distanza.

 

Vigneti e cantine da visitare

La Vigna del Belverde, a Parella (TO): è un vigneto storico situato sulle colline alla destra dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea tra i comuni di Colleretto Giacosa, Parella e Loranzè a pochi chilometri da Ivrea. Coltivato esclusivamente ad Erbaluce di Caluso, è condotto in modo totalmente naturale; ai capi dei filari ceppi di rose giallo-arancio, preziose sentinelle poste a protezione delle viti, creano uno scenario di particolare suggestione.

Vigneto della Cantina Orsolani

Cantina Orsolani, a San Giorgio Canavese (TO): situata nel cuore dell’Erbaluce di Caluso, vitigno di origine greca, che qui ha trovato una sua localizzazione particolare. Il vigneto è coltivato nel modo meno invasivo possibile per il territorio, utilizzando solo concimi organici e trattamenti a basso impatto ambientale.

 

Dove mangiare

Osteria di campagna

Osteria di campagna di Marco Picca Piccon: annesso al vivaio Vivalpi, specializzato in piante alpine di tutto il mondo, si trova nella frazione di Cudine di Corio Canavese, sopra Cirié, a 800 metri di altitudine, tra le Valli di Lanzo ed il Canavese (a circa 40 chilometri da Torino). Un “lindo e onesto ristorantino” in cui gustare le specialità di montagna.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.