Andar per iris e rose nei giardini di Firenze

È aperto solo durante il mese di maggio, il Giardino dell’Iris, che si trova a Firenze, sulla collina da pIazzale MIchelangiolo scende in città. Se potete, non perdete l’occasione di andarlo a visitare: creato nel 1954, in un uliveto, ospita ancora oggi un concorso internazionale annuale, il “Premio Firenze”, per le migliori nuove varietà di Iris, che vi vengono piantate alcuni anni prima.
Nel parco di due ettari potrete ammirae migliaia di Iris barbate alte, Iris barbate intermedie, da bordura e nane, come pure i giaggioli siberiani (Iris sibirica, Iris spuria, Iris californica), iris acquatiche (Iris louisiana, Iris pseudoacorus, Iris kaempferi), e le Iris barbate e non barbate tipiche delle nostre regioni: Iris pallida, Iris germanica, Iris florentina ,Iris setosa, Iris unguicolaris, Iris ochroleuca.  Attenzione: sarà aperto al pubblico liberamente tutti i giorni dal 25 aprile al 20 maggio, in seguito sarà possibile visitarlo solo con visite guidate su appuntamento.

Già che siete lì, fate un salto anche nell’adiacente, piccolo, ma fascinoso Giardino delle Rose, progettato alla fine dell”800 dal dall’architetto Giuseppe Poggi, su incarico del Comune di Firenze, seguendo esempi francesi. Oggi il giardino, disposto su un terreno terrazzato, conta circa 1000 varietà di rose. Da osservare l’impianto di irrigazione, coevo alla sistemazione del giardino, con la cisterna posta in alto nel bosco dietro la loggia di piazzale Michelangelo e una conduttura che porta l’acqua fino alle numerose prese d’acqua. Nel 1998, vi è stato inserito un giardino giapponese, realizzato dall’architetto Yasuo Kitayama, donato da Kyoto, città gemellata con Firenze, e di recente alcune sculture di Folon.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.