Le Iris d’acqua di Arborea Farm

Simpatici, supercompetenti e profondamente innamorati dell’ecosistema acquatico, i ragazzi di Arborea Farm, Christian e Mauro, coltivano oltre 800 specie e varietà di piante acquatiche, palustri, da suolo umido, da fitodepurazione, per piccole tinozze da balcone come per veri e propri laghi. Forti della loro esperienza, offrono inoltre consulenza e supporto per la progettazione e realizzazione di stagni, laghetti, bio-piscine e impianti di fitodepurazione. Nella scelta botanica, Christian e Mauro danno molto spazio alle piante autoctone, da mescolare alle esotiche, al fine di tutelare le specie nostrane in passato comuni ma oggi sempre più rare.

Tra le loro collezioni più belle e ricche vi sono quelle delle ninfee, dei fiori di loto e delle iris d’acqua. Con questo termine si intendono specie, ibridi e cultivar che, a seconda dei casi, devono vivere in terreni umidi, palustri o decisamente acquatici, anche se alcune di loro di adattano a più situazioni. Appartenenti alla famiglia delle Iridaceae, sono tutte molto rustiche e fioriscono tra aprile e luglio in base alla specie e cultivar. Nel sito di Arborea Farm ne trovate un lungo elenco, anche se non completo perché, come scrivono Christian e Mauro, «La lista di queste bellezze sensuali ed eleganti sarebbe interminabile». Alcune sono di origine europea, altre provengono da terre lontane o lì  sono state create, tramite ibridazioni e selezioni, come le raffinate iris acquatiche giapponesi, fra le quali Iris x pseudata e varietà. Potete acquistarle direttamente in vivaio come on-line, da marzo a ottobre. Eccone intanto alcune fra quelle che mi sono piaciute di più, anche se le mie preferite in assoluto rimangono le forme a fiore blu, viola e bianco.

 

Iris biversata ‘Enfant Prodige’: ibrido derivato da (Iris versicolor x Iris ensata) x Iris ensata del 1997, molto raro, ha grandi fiori azzurro viola, dal centro bianco in maggio e giugno, foglie a forma di spada con venatura centrale in rilievo che partono dal rizoma strisciante sotterraneo ed è alto fino a 80 centimetri. Va posto nella zona umida o nella riva del laghetto, immerso al massimo di qualche centimetri, al sole, in terreno leggermente acido. Rustico fino a -25°C.

Iris ensata ‘Caprian Chimes’: ottenuta nel 1984, ha fiori grandi color viola melanzana acceso in maggio-giugno, rizoma strisciante, foglie a forma di spada dalla nervatura centrale in rilievo. Raggiunge i 70 centimetri di altezza e può essere coltivata sia sia immersa in qualche centimetro d’acqua che su terremo sempre umido, tendenzialmente acido, al sole. Rustica fino a -25°C.

Iris ensataGeisha Gown’ :ha fiori rosa a striature bianche; sono composti da petali larghi e ricadenti. Ha un rizoma strisciante sotterraneo da cui partono foglie a spada con nervatura centrale in rilievo. Il periodo di fioritura va da Maggio a Giugno, con fiori di 17 cm raggruppati a gruppi di 3 per ogni stelo. Raggiunge i 95 cm di altezza e va coltivata nei bordi del laghetto, immersa in qualche centimetri d’acqua oppure in suolo sempre umido. Predilige una posizione in pieno sole con substrato leggermente acido.

Iris ensata ‘Rose Queen’: antica iris acquatica giapponese, rizomatosa, produce fiori di colore rosa tra maggio e giugno, con foglie lunghe 60-70 centimetri, larghe e lisce di color verde. Va posta immersa in acqua fino a 5 centimetri nella zona bassa del laghetto o anche fuori dall’acqua purché in terreno sempre umido, in pieno sole o mezz’ombra e in un terreno neutro sub-acido. Rustica fino a -25°C.

Iris ensata ‘Moonlight Waves’: ha fiori dai petali grandi e ricadenti di colore bianco con venature gialle. Va coltivata immersa in qualche centimetro d’acqua o interreno umido. Raggiunge i 95 centimetri di altezza. Rusticoa fino a -25°C.

Iris ensata ‘Variegata’: tra maggio e giugno produce grandi fiori di colore viola intenso formati da petali larghi a portamento cadente. Ha foglie a spada di color verde variegato di bianco molto caratteristiche. Può essere coltivaao come pianta da bordura su stagni e ruscelli fino a 5 centimetri di profondità. Rusticao fino a -25°C.

Iris fulva: iris botanica acquatica di origine americana, fiorisce da aprile a maggio, con fiori snelli color mattone e foglie verdi anche in inverno. Va piantatoa a 10 centimetri di profodnità al massimo, ai bordi di laghetti e stagni ma anche i terreno leggermente umido. Ama una posizione soleggiata o di mezz’ombra e un terreno neutro.

Iris laevigata: di origini asiatiche, è una iris acquatica rizomatosa, con cespi di foglie alte 50-80 centimetri, larghe e lisce. Tra maggio e giugno produce tre fiori per ogni stelo di color blu violaceo. Può essere coltivata immersa in qualche centimetro d’acqua o anche fuori dall’acqua purché in un terreno ben irrigato; preferisce una posizione in pieno solo o mezz’ombra e un terreno neutro o leggermente acido.

Iris louisiana ‘Colorific’ : ottenuta nel 1978 dall’incrocio tra Iris louisiana ‘Crescent City’ e Iris louisiana ‘Sioux Le Jeune’, è una varietà acquatica rizomatosa, con foglie leggermente carnose, a forma di spada, e, da maggio a giugno, grandi fiori bicolori, metà viola e metà bianchi con qualche venatura rosa. Da piantare immersa in 10 centimetri d’acqua a bordo laghetto o a ridosso di un fossato oppure in terreno  costantemente umido. Ama i terreni leggermente acidi e la mezzombra ma può vivere anche il pieno sole, soprattutto se piantata in acqua. Rustica fino a -20 °C.

Iris louisiana ‘Sinfonietta’: ottenuta nel 1982, ha fiori blu genziana con linea centrale gialla, in maggio e giugno, foglie un po’ carnose, a forma di spada, rizoma verde, e può raggiungere i 70 centimetri di altezza. Si può coltivare in acqua fino a 10 centimetri di profondità ma anche in  terreni umidi come le rive di laghetti e ruscelli. Gradisce un terreno possibilmente leggermente acido e una posizione a mezz’ombra, ma sopporta bene anche il pieno sole. Rustica fino a -20°C.

Iris pseudata ‘Take No Sato’: rara iris giapponese, ibrido tra Iris pseudacorus e Iris ensata, raggiunge i 90-110 centimetri di altezza. Ha foglie a forma di spada che partono da un rizoma strisciante e fiori violetti con venature e centro viola.Va coltivato su terreno normale, ben irrigato o a bordo laghetto, a 20 centimetri di profondità dal colletto. Rustica fino a -25°C.

Iris pseudoacorus ‘Holden’s Child’ : iris acquatico-palustre, dai tepali blu violacei e al centro gialli e bianchi, fiori grandi davvero spettacolari, da maggio a luglio, foglie erette a forma di spada e di colore verde. Alta 70 centimetri, va piantata immerso in acqua fino a 20 centimetri di profondità o su terreno costantemente umido, lungo ruscelli o laghi ama il pieno sole ma tollera anche la mezz’ombra. Rustica fino a -25°C.

Iris pseudoacorus ‘Clotted Cream’ : grandi fiori bianco crema in aprile-maggio, foglie erette spadiformi, alta 50 centimetri, rizoma obliquo. Può essere piantata fino a 10 centimetri di profondità in acqua o in terreno costantemente umidolungo laghetti e ruscelli. Ama il pieno sole ma tollera anche la mezz’ombra. Rustica fino a – 20°C.

Iris pseudoacorus ‘Seakrill’: varietà particolare del giaggiolo acquatico, ma con fiori color giallo zolfo con striature rosse. Ha fusto eretto e foglie a spada di colore verde. I fiori, raccolti a gruppi e larghi 10 centimetri di diametro, sbocciano da aprile a maggio a seconda della zona climatica. Può raggiungere i 90 centimetri di altezza. Va piantata  fino a 20 centimetri di profondità o in suolo umido in pieno sole o mezz’ombra nelle rive di laghetti e stagni o nell’argine di ruscelli. Rustica fino a -20°C.

Iris x robusta ‘Gerald Darby’: cultivar di ibrido acquatico che deriva da due specie native americani (Iris versicolor x Iris virginica), dall’attraente attraente colorazione viola-blu dei fiori, in giugno-luglio, e dal fogliame stretto spadiforme, in primavera con sfumatureviola porpora alla base, che svaniscono entro l’estate. Ha steli neri-violacei alti al massimo 60 centimetri e rizomi striscianti (velenosi) a crescita lenta. Va coltivata in posizione di pieno sole o mezz’ombra su terreni da neutri a leggermente acidi, immersi in qualche centimetro d’acqua nelle rive di laghetti, torrenti o stagni. Rustica fino a -30°C.

Iris setosa: iris palustre originaria dell’Alaska e della Siberia. Forma un basso ciuffo di foglie a forma di spada di colore verde brillante. In tarda primavera produce fiori di color lavanda con striature bianche argentate. Va piantato lungo i bordi dello stagno, su suolo sempre umido e mai coperto dall’acqua. Raggiunge i 50 entimetri di altezza e ama una posizione soleggiata e terreno leggermente acido. Data la sua origine non teme il gelo, anzi nelle località più calde preferisce una posizione di mezz’ombra. Può essere utilizzata anche nel giardino roccioso. Rustica fino a -40°C.

Iris sibirica o giaggiolo siberiano: diffuso Europa, nelle regioni temperate dell’Asia e in alcune zone della Repubblica Ceca, alto 50 centimetri, ha fiori sono  viola pallido a viola scuro, in maggio e giugno. Cresce in prati e zone umide, è adatto ai bordi di stani e laghetti, minipond e per il giardino.

Iris speciosa x ‘Alley Oops’: si presume sia un incrocio tra Iris sibirica e Iris pseudacorus. Piccolo iris con fiori molto vistosi di color crema e venature porpora, giallo al centro. Le foglie spadiformi partono da un rizoma grosso e compatto. Raggiunge un’altezza massima di 1 metro. Ama terreni umidi e soffici, anche leggermente sommersi dall’acqua, e una posizione soleggiata. Rustico fino a -35°C, non sopporta le estati troppo calde.

Iris versicolor ‘China West Lakea’ : introdotta dalla Cina, è una cultivar imponente, con fiori di grandi dimensioni di colore rosso violaceo, con profonde striature bianche, in maggio-giugno. Le foglie sono lisce e strette, a forma di spada di color verde. Alto fino a 100 centimetri, a piantato nella zona bassa del laghetto, alla profondità massima di 20 centimetri ma anche lungo i bordi  dove il terreno è costantemente umido, soprattutto nei mesi più caldi. Vuole una posizione soleggiata e un terreno neutro o leggermente acido.  Rustico fino a -30°C.

Iris versicolor ‘Dark Aura’: grandi fiori viola scuro con stami viola, tra maggio e giugno, foglie lisce e strette a forma di spada di color verde. Alta fino a 65 centimetri,  va piantata nella zona bassa del laghetto a 30 centimetri di profondità o lungo i bordi ma dove il terreno è costantemente umido, soprattutto nei mesi più caldi. Richiede un terreno neutro o leggermente acido e una posizione soleggiata. Rustica fino a -30°C.

Iris versicolor ‘Rowden Cadenza’: nuova varietà creata in inghilterra qualche anno fa.  I fiori sbocciano numerosi in maggioe e giugno, formati  da tre tepali di colore bianco con profonde venature rosa. Le foglie sono lisce e strette a forma di spada di color verde. Alto fino a 70 centimetri, va piantato nella zona bassa del laghetto a una immerso per un massimo di 30 centimetri o lungo i bordi ma dove il terreno sia costantemente umido, soprattutto nei mesi più caldi. Vuole una posizione soleggiata e un terreno neutro o leggermente acido. Rustica fino a -30°C.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.