Andar per vivai: dal Lago di Varese al Lago Maggiore (Lombardia/2)

Questo secondo itinerario attaverso i vivai lombardi, vi condurrà attraverso la zona in provincia di Varese, che si estende dall’omonimo lago al Lago Maggiore. Terra ricchissima di giardini e tradizioni vivaistiche, offre un paesaggio poco violato dall’uomo: vista dall’alto, appare rivela successione di monti, valli, boschi, laghi (una decina, di origine glaciale) e fiumi, di parchi storici e borghi arroccati, antichi sentieri da scoprire con passeggiate a piedi, a cavallo o in bicicletta, in particolare in primavera e in autunno. Il percorso fra i vivai vi condurrà fra piante rare, orchidee, arbusti ottocenteschi, fucsie irresistibili, perenni e annuali di charme, oltre azalee, rododendri e altre acidofile la cui coltivazione ha caratterizzato la floricoltura del luogo e i grandi giardini storici, all’italiana ma soprattutto all’inglese.

Se volete, potete unire questo itineraio direttamente al precedente: Andar per vivai: da Milano a Pavia, lungo il Naviglio (Lombardia/1), partendo dalla Cooperativa sociale Cascina Bollate, distante soli 26 chilometri da Il Giardino delle Essenze Perdute, primo vivaio di questo secondo percorso virtuale.

 

I vivai

Nella mappa sono indicati i vivai dell’itinerario proposto. Per ogni vivaio, inseriamo le distanze dagli altri, in modo da facilitarvi la scelta di quali visitare e in quale ordine.

 

Il Giardino delle Essenze Perdute (ph web)

Il Giardino delle Essenze Perdute, a Borsano di Busto Arsizio (VA): coltiva pelargoni a foglia profumata e da foglia, bergonie da fogliae, erbacee perenni, ma soprattutto è specializzato nelle fucsie, delle quali vanta una collezione di oltre 400 varietà, una più graziosa dell’altra. Distanze da altri vivai: km 8 da Podere Restelli – km 35 da Floricoltura Coccetti – km 55 da Floricoltura Lago Maggiore – km 37 da Orchidea di Morosolo – km da 32 Floricoltura Riboni.

 

 

Podere Restelli

Podere Restelli , a Olgiate Olona (VA): azienda agricola di floricultura di antica tradizione (è stata fondata nel 1885), oggi è gestito da Sofia Meda, architetto, paesaggista e coltivatrice d’animo artistico e di animo timido e schivo, che ha restaurato le vecchie serre in ferro e vetro di fine Ottocento, e introdotto una collezione di arbusti speciali e rose botaniche, di dalie, iri rari, erbacee perenni e annuali, quasi tutte dai fiori grandi e colorati, come salvie, zinnie, tagete e cosmee, perlopiù appartenenti a vecchie varietà ottocentesche. Le riproduce da talea e da seme e le coltiva senza cimarle, lasciandole cosi libere e soavemente arruffate. Distanze da altri vivai: km 30 da Floricoltura Coccetti – km 8 da Il Giardino delle Essenze Perdute – km 50 da Floricoltura Lago Maggiore – km 31 da Orchidea di Morosolo – km 28 da Floricoltura Riboni.

 

Floricoltura Cocetti

Floricoltura Coccetti , a Sesto Calende (VA): fondata intorno agli anni Sessanta da Aldo Coccetti, che negli anni ha introdotto specie e varietà poco conosciute da tutto il mondo, è oggi condotta dalla figlia Marina, sempre disponibile nel consigliare le piante e gli accostamenti suggestivi. In vivaio troverete qualche migliaio di specie e varietà, fra cui rose, clematidi ed erbacee perenni, con collezioni di peonie, iris, Geranium, Hosta e genziane. Marina, inoltre, propone spesso giornate aperte e corsi di giardinaggio da non perdere. Distanze da altri vivai: km 23 da Floricoltura lago Maggiore – km 35 da Il Giardino delle Essenze Perdute – km 30 da Podere Restelli – km 27,5 da Orchidea di Morosolo – km 34,5 da Floricoltura Riboni.

 

Floricoltura del Lago Maggiore

Floricoltura Lago Maggiore – Cerro di Laveno/Mombello (VA): storico vivaio oggi condotto dai tre fratelli Roberto, Dario e Luciano Piffaretti, riproduce e coltiva piante acidofile, in particolare camelie, fra cui Camellia japonica e suoi ibridi, C. japonica Higo e Rusticana, camelie autunno-invernali (C.sasanqua, C. hiemalis, C. vernalis), C. reticulata e suoi ibridi, ibridi di altre specie e specie botaniche, disponibili anche in grandi esemplari. Negli anni in vivaio sono state selezionate alcune cultivar, fra cui ‘Marta Piffaretti’, a foglia minuta e fiore piccolo da ottobre, nel 1974; ‘Cadeau de Noel’, a fiore piccolo, simile a una rosellina rosa vivace; e ‘Bianco Natale’, a fiore doppio, bianco, molto piccolo che sboccia per le festività natalizie, nel 1985. Il panorama che si gode dal vivaio è irresistibile. Distanze da altri vivai: km 22,5 da Orchidea di Morosolo – km 55 da Il Giardino delle Essenze Perdute – km 50 da Podere Restelli – km 23 da Floricoltura Coccetti – km 30 da Floricoltura Riboni.

 

Orchideria di Morosolo

Orchidea di Morosolo, a Casciago (VA): coltiva orchidee da due generazioni, e già la terza si sta facendo le ossa in serra. Nata nel dopoguerra come piccola azienda di floricoltura, ha trovato presto la sua attuale vocazione grazie a Edmondo Pozzi, figlio del fondatore, che di queste piante fascinose si innamorò perdutamente ancora giovanissimo. Edmondo, persona gentile dalle conoscenze infinite, oggi produce con la passione dell’adolescenza innumerevoli orchidee, dalle circa duemila specie botaniche – alcuni rarissime . agli ibridi più comuni, dalle miniature non più grandi di un centimetro – fiore compreso -, a meravigliosi esemplari da esposizione. Le serre del vivaio sembrano più un orto botanico che un’azienda di floricoltura, per cui una visita incanterà anche chi non è stato colpito da una sfrenata orchidomania. Distanze da altri vivai: km 9,5 da Floricoltura Riboni – km 37 da Il Giardino delle Essenze Perdute – km 31 da Podere Restelli – km 27,5 da Floricoltura Coccetti – km 22,5 da Floricoltura Lago Maggiore.

 

Orchideria Riboni

Floricoltura Riboni/Orchideria Riboni, a Varese: vivaio-garden specializzato nella coltivazione di orchidee, fra specie botaniche e ibridi, ma anche tillandsie, vende anche tutto il necessario per la loro cura e allestimento. Fra le rarità, le orchidee nere (specie appartenenti ai generi Fredclarkeara e Cycnoches): piccole, piccole, scure come la notte più scura, terribilmente intriganti, sono anche, assicura Alfredo Riboni, facili da coltivare: in ogni caso vi fornirà tutte le spiegazioni necessarie. Distanze da altri vivai: km 32 da Il Giardino delle Essenze Perdute – km 28 da Podere Restelli – km 34,5 da Floricoltura Coccetti – km 30 da Floricoltura Lago Maggiore – km 9,5 da Orchidea di Morosolo.

 

Al termine di questo secondo percorso fra i vivai lombardi, potete proseguire, collegandovi all’itinerario Andar per vivai: Como e Lecco, la via dei Laghi (Lombardia/3), dirigendovi al Vivaio Baradel km 44,5, oppure raggiugendo l’itinerario Andar per vivai: Monza e Brianza, alla corte di Teodolinda (Lombardia/4), andando a visitare Floricoltura Fenix, distante soli 23,5 chilometri.

 

I giardini in provincia di Varese

Sono tanti e tanto belli, che è davvero difficile indicarveli tutti. Ve ne segnaliamo solo uno, suggerendovi di cercare gli altri su www.italianbotanicalheritage.com: puntate su “luoghi“, vi si aprirà una tendina con tutte le regioni, cliccate sulla parola “luoghi”, inserite regione, provincia e città e, utilizzando la voce “categoria“ che compare in alto a destra, selezionate quelle inerenti ai giardini (dimore storiche con giardino / giardini e parchi storici / giardini e parchi contemporanei). Oppure scorrete tutto l’elenco dei luoghi di interesse botanico nella provincia di Varese, elencati in ordine alfabetico: magari scoprirete anche altro di vostro interesse.

Villa Cicogna Mozzoni

Villa Cicogna Mozzoni, a Bisuschio (Va): splendida villa risalente alla seconda metà del Quattrocento, è inseritaa fra un grande giardino in stile rinascimentale diviso in sette terrazzamenti e un parco romantico all’inglese. Assolutamente da non perdere. La villa è ancora oggi abitata dagli eredi, che la gestiscono assieme al vicino podere.

2 Commenti

  • Marta Stegani
    18 novembre 2017 13:59

    Buongiorno, sono la titolare del Giardino Delle Essenze Perdute. Vorrei fare presente che il mio vivaio è specializzato in fuchsie, con circa 400 varieta in catalogo.

Rispondi