Daphne x burkwoodii ‘Carol Mackie’

Ah le dafne, che arbusti irresistibili, con quel loro profumo celestiale, i fiori cerosi, le foglie coriacee appuntite…Sono la passione di molti di noi, a cominciare da Rosita Missoni e Guido Piacenza, che ne sta realizzando una collezione nella meravigliosa Riserva Naturale Speciale Parco Burcina “Felice Piacenza”, a Biella. Della grande e precoce Daphe odora ‘Aureamarginata’, ahimé perduta, di Camilla Zanarotti, paesaggista e giardiniera, vi ho già raccontato. Oggi, ve ne presento un’altra, incontrata nel bel giardino di Caroline Salmon (Giardino di Villa Arnò), fondatrice dell’associazione Arte in Orto, ad Albinea (RE): è Daphne x burkwoodii ‘Carol Mackie’ (Caroline si diverte a collezionare le varietà che portano il suo nome). Guardate quanto è graziosa e, vi assicuro, profumatissima: a portamento arrotondato, sempreverde, raggiunge (lentamente, si sa), i 90-120 centimetri di altezza e fino a 180-240 centimetri di larghezza), ha foglie dai bordi bianco crema e fiori a metà primavera (aprile), bianco-rosati.

Come coltivarla. Guido Piacenza assicura che le dafne siano ben più facili e robuste di quanto non si dica. In ogni caso, Daphne x burkwoodii ‘Carol Mackie’ desidera terreni fertili, freschi ma ben drenati, a reazione neutra, al sole o in mezz’ombra. Bagnatela con regolarità ma moderazione. Attenzione: i semi e alcune altre sue parti son velenosi.

Rispondi