Andar per vivai: Cuneo, la “provincia granda” (Piemonte/6)

La provincia di Cuneo è la 29ª italiana su 110 totali per popolazione, la seconda per numero di comuni (250) e la quarta per superficie (dopo Sassari, Bolzano e Foggia). Per questo motivo i Piemontesi l’hanno soprannominata “la granda“. Percorsa nei secoli da pellegrini, eserciti, contrabbandieri e artisti, circondata a ovest dalle Alpi Cozie e Marittime e a sud dalle Alpi Liguri, è ricca di storia, boschi rigogliosi, fiumi, vallate e montagne, parchi naturali, paesaggi diversi, dalle dolci colline delle Langhe ai vigneti del Roero, tradizioni, percorsi enogastronomici, mostre d’arte e rassegne letterarie. Di gioielli architettonici d’epoca romanica, gotica e barocca, di borghi medievali, pievi, monasteri, santuari, residenze nobili e castelli, testimonianze di un fermento culturale di frontiera e sintesi tra le influenze europee e la realtà locale. Ma il Cuneese è anche ricco di vivai speciali, visitando i quali scoprirete fiori alpini, i fiori annuali della nostra tradizione, collezioni di rosmarini e castagni, piante acquatiche e palustri, piante da frutto esotiche e nostrane, e molto altro ancora.

I vivai

Nella mappa sono indicati i vivai e gli altri indirizzi dell’itinerario proposto. Per ogni vivaio, inseriamo le distanze dagli altri, in modo da facilitarvi la scelta di quali visitare e in che ordine.

 

Vivai Colla

Vivai Colla, a Moretta (CN): di tradizione familiare, si sono poi specializzati nella coltivazione di piante acquatiche fra cui fiori di loto, piante galleggianti, palustri, iris barbata, bambù. Inoltre  progettano e costruiscono biolaghi e biopiscine e organizzano attività didattiche e laboratori per le scuole. Distanze da altri vivai: km 30 da Jshandhoor – km 52 da Alpi Vivai –  km 55 da Dennis Botanic Collection – km 43 da ll Bolfone.

 

Tagete del vivaio Jshandhoor

Az. Agr. Jshandhoor, a Busca (CN): piccola azienda agricola creata nel 2004 da Susanna Aimone, coltiva  fiori e piante nell’intento di recuperare vecchie varietà tradizionali un po’ dimenticate e ricercare essenze floreali insolite: agerati, tagete, zinnie, escholzie, ipomee, cosmee, bocche di leone, tropeoli, cleome, e fiori di campo. Inoltre, propone diverse varietà di tropeoli, piselli odorosi, piselli perenni e specie selvatiche, perenni (scabiosa, rudbeckia, gaillardia, veronica, achillea,heuchera, alcea..), edere da collezione, rose rampicanti, piantine di fiori annuali. Per tanti anni ci hanno deliziati tutti durante le mostre mercato alle quali il vivaio era presente, ma putroppo adesso produce solo per altri vivaisti, ma forse, se telefonate per tempo, Susanna potrà vendervi qualcuna delle sue piante, anche se giovani. Distanze da altri vivai: km 27 da Alpi Vivai – km 30 da Colla Vivai –  km 51 da Denis Botanic Collection – km 45 da ll Bolfone.

 

Castagno di Alpi Vivai

Alpi Vivai, a Borgo San Dalmazzo (CN): vivaio a conduzione familiare, da trent’anni produce piante di castagno innestato, a radice nuda ed in vaso, con oltre 30 varietà. Inoltre produce piante di piccoli frutti, con circa 30 varietà diverse tra lamponi, mirtilli, more, ribes e uvaspina e circa 100 varietà di piante da frutto in vaso. Distanze da altri vivai: km 52 da Colla Vivai – km 27 da Jshandhoor – km 56 da Denis Botanic Collection – km 60 da ll Bolfone.

 

 

 

I lamponi di Denis Botanic Collection

Denis Botanic Collection, a Dogliani (CN): il vivaio del giovane Dennis Barroero mira alla salvaguardia di piante rare e uniche: cercate, riprodottte e coltivare con passione e dedizione. La sua collezioneè composta da frutti originali, belli e singolari: specie uniche, esclusive, dai sapori e profumi inconsueti, antichi, dimenticati, nostrani ed esotici. Tra questi, tanti piccoli frutti, comreso il lampone giallo e l’uva spina rossa, il mirtillo siberiano, il mirtillo rosa, e poi sambuchi, il sorbo degli uccellatori, melograni, la guava, il ciliegio di Nanchino, l’acerola, il pepe giamaicano, la pianta del sapone, la mela rosa, l’olivello spinoso, il giuggiolo, il corbezzolo, il gelso cinese, il corniolo, l’aronia, il banano di montagna, il noce pecan, il pero corvino, l’albero del miele e…l’albero delle salsicce! Da non perdere. Distanze da altri vivai: km 15 da Il Bolfone – km 55 da Colla Vivai – km 51 da Jshandhoor – km 56 da Alpi Vivai.

 

Rosmarino del vivaio Il Bolfone

Az. Agr Il Bolfone, a Cherasco (CN): un vivaio specializzato che più specliazzato non si può! Coltiva infatti soltanto rosmarini, con una collezione di 49 varietà, dell’unica specie esistente, Rosmarinus officinalis. A portamento eretto, ricandente, prostrato, a foglia più o meno minuta, a fiore azzurro, violetto, bianco e rosa crescono bene anche in vaso e nei suoi poveri e asciutti, grazie alle loro radici capaci di scendere in profondità, alla ricerca di acqua. Distanze da altri vivai: km 43 da Colla Vivai – km 45 da Jshandhoor – km 60 da Alpi Vivai – km 15 da Denis Botanic Collection

Da qui potete proseguire per il settimo itinerario piemontese, Andar per vivai: Asti e Alessandra (Piemonte/7), raggiungendo l’Azienda agricola Fiorella Gilli.

 

I parchi naturali del Cuneese
Eccone alcuni, ma ne troverete gli altri su www.luoghi.italianbotanicaltrips.com/piemonte/parchi naturali riserve passeggiate

 

 

Parco Naturale del Marguarais
Parco Naturale del Marguareis, Chiusa di Pesio (CN): territorio di grande bellezza, in virtù della sua particolare posizione geografica è punto d’incontro di diversi distretti climatici, hanno portato alla convivenza di una flora tipicamente alpina con quella mediterranea, con un totale di circa 1.500 specie censite, pari a oltre un quarto delle specie vegetali presenti in Italia.
Avvistamenti nel Parco Naturale Alpi Marittime
Parco Naturale Alpi Marittime, Entracque (CN): è tra le più estese aree protette d’Italia. Numerose cime oltre i 3.000 metri, laghi, praterie, piccoli ghiacciai, l’abbondanza di fauna alpina e di specie botaniche costituiscono un patrimonio ambientale unico.
Riserva Naturale dei Ciciu del Villar

Riserva naturale dei Ciciu del Villar, Villar San Costanzo (CN): i Ciciu del Villar sono particolari strutture morfologiche a forma di fungo, risultato dell’erosione e dell’attività tettonica nei secoli. Situati nella zona pedemontana in provincia di Cuneo, tra Dronero e Busca, ai piedi del Monte San Bernardo,  tra i 650 e i 950 metri di altitudine, si inseriscono in una più ampia area naturale, nata per preservarle.

 

Zona di Salvaguardia dei Boschi e delle Rocche
Zona di Salvaguardia dei Boschi e delle Rocche, Sommariva Perno (CN): è caratterizzata da alternanza di colture agricole e boschi, tra i piu estesi e variati del territorio. Ricca e interessante la vegetazione naturale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.