I mazzi e i campi di peonie di Giardini Visconte

Oggi ho ricevuto un regalo meraviglioso: un grande mazzo di peonie nei toni del rosa, in parte ancora in boccio, in parte all’inizio del loro schiudervi, rivelando i petali setosi e profumati. Mi è stato inviato da Alberto Camussone, vivaista floricoltore e agricoltore innamorato della natura e della campagna e attento custode della loro biodiversità.

La sua azienda, Giardini Visconte si trova a Gudo Visconte, a 30 minuti d’auto da Milano. Dall’8 maggio riapre al pubblico e vi assicuro che vale davvero la pena visitarla, ancor più in questo periodo. È infatti molto speciale: comprende grande bosco di piante native, un lago ricco di biodiversità, terreni a risaie, un orto, un vivaio importante dedito alla coltivazione di alberi, arbusti forestali e ornamentali -per un totale di 152 specie -, un Roseto con 45 varietà diverse, più altre 85 per 1.200 piante disseminate in diverse zone dell’azienda, un giardino ornamentale (Il Giardino di Vittoria) ma soprattutto grandi coltivazioni di rose canine da bacca e peonie da reciso. Le peonie in particolare occupano circa tre ettari, in cui crescono  55mila piante per 11 varietà: Paeonia ‘Sarah Bernhardt’,  ‘Duchesse de Nemours’,  ‘Red Charm’, ‘Coral Sunset’ e ‘Coral Charm’, ‘Bowl of Cream’, ‘Flame’,  ‘Shirley Temple’, ‘Jolie’, ‘Mother’s Choice’ e ‘Bowl of Beauty’, le cui fiori vengono raccolti e venduti sui mercati di fiori internazionali, mentre le radici nude sono vendute in autunno agli appassionati. Una parte della coltivazione (cierca 8mila metri quadrati) è organizzata in area espositiva, nella quale in questo periodo è possibile passeggiare, avvolti da un mare di corolle profumate.

Alberto Camussone ha infatti deciso di aprire al pubblico nei fine settimana, oltre che il vivaio, anche il resto della proprietà, previa prenotazione attraverso il sito dell’azienda, anche se la visita al bosco e al lago è permessa solo a Scuole di Fotografia, Gruppi di Fotografi Naturalistici, Bird Watcher amatoriali e professionisti, e scolaresche con bambini maggiori di 10 anni, per limitare il disturbo alla fauna selvatica. Aperti a tutti, invece, il Roseto, il giardino ornamentale, le coltvazioni di rose e peonie e l’area espositiva dedicata a queste ultime: e maggio è il mese giusto per ammirarle, osservando nel frattempo la loro raccolta, come pure partecipare, sempre previa prenotazione, a workshop gratuiti, durante il quale Alberto e i suoi collaboratori mostreranno il processo di taglio, scelta e preparazione dei boccioli.

Nel prezzo del biglietto (10 euro per gli adulti, 5 per i bambini), aquistabile on line sul sito, sono compresi tre fiori di peonie (due per i bambini) recisi al momento e si può anche farsi comporre un bel mazzo, a costo di 2 euro per ogni peonia, che è un costo davvero basso per una peonia. Ma non solo: solo per quest’anno di emergenza covid potete ordinare un mazzo di peonie a km zero, che vi verrà recapitato a casa, perlomeno nei Comuni elencati sul sito. Io comunque appena sarà possibile ci vado sicuramente- la fioritura durerà un mese circa – e nel frattempo mi godo il bel bouquet.

Seguite intanto  @giardini_visconte su Instagram per aggiornamenti su eventi e altro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.