Arazzi millefiori nei prati e pascoli di montagna

I prati fioriti m’incantano da sempre. Quelli di montagna in particolare, perchè hanno meno tempo per dare il meglio di sè. I prati di queste foto, scattate in Engadina a 1700 metri di altitudine, vengono tagliati una o due volte a seconda di come decorre la stagione, per farne foraggio profumato per le felici mucche alpine, che trascorrono la bella stagione libere nei pascoli e in inverno vengono nutrite con il fieno raccolto in estate. Guai infatti a entrare in questi meravigliosi prati odorosi, si rischiano multe salatissime.

Sono, queste distese di erbe punteggiate di corolle multicolori, meravigliose: margherite, cardi, scabiose, knauzie, campanule, ombrellifere, trifogli, viole del pensiero, salvie…mi ci perdo fin da bambina ma oggi riesco a chiamare per nome perlomeno alcune delle tantissime specie che li compongono: è come ritrovare amiche di sempre. Gli stessi fiori crescono nei prati, nei pascoli, negli incolti e fra i ruderi anche delle Alpi italiane. Ho cercato di identificarne il maggior numero possibile, sperando di non aver sbagliato troppo.

 

3 Commenti

  • Emmanuelle
    7 luglio 2018 1:42

    Vos fleurs de vos alpines italienne sont presque toutes similaires que celles de mon Nord de la France .Quelles sont belles dans leurs simplicités et facile à vivre .
    Merci pour votre partage et très beau weekend à vous .
    Emmanuelle

  • Emmanuelle
    7 luglio 2018 2:04

    Vos plantes alpines sont bien similaire à ceux du Nord de ma France .Vous avez dans votre balade découvert des biens jolies et bienheureuses les vaches d’avoir un fourrage de qualités .
    Merci pour votre partage et très beau weekend Margherita .
    Amitié jardinière .
    Emmanuelle

    • Margherita Lombardi
      9 luglio 2018 16:58

      Merci beaucoup, chère Emmanuelle, tou es trés gentille! margherita

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.